After Life, Stagione 1. Qualità senza categorie.

di Domenico Amato –

La struggente commedia, ideata, scritta, diretta e interpretata da Ricky Gervais, After Life è un prodotto talmente unico da renderne difficile la categorizzazione. Il poliedrico autore riesce a trattare la morte, la depressione, il suicidio e tanti altri temi con una leggerezza tale da non appesantirne mai la visione. Perfettamente equilibrata tra drammaticità e comicità, questa serie di sole sei puntate scivola via senza mai annoiare. Sin dai primi minuti, possiamo capire lo stile e la filosofia del regista che tanto gli hanno dato successo nei suoi show comici. Tony, interpretato da Gervais, è il protagonista della storia che, dopo la morte della moglie, cade in una profonda depressione. Il pensiero del suicidio lo accompagna costantemente, ma, se si togliesse la vita, chi aprirebbe poi le scatolette al cane della defunta moglie? Così, vedendosi costretto a vivere una vita controvoglia, decide di sfruttare la cosa per diventare una persona odiosa, cinica e insensibile. A sopportare le sue angherie e a cercare di tirarlo fuori dal tunnel della depressione, c’è Matt: il cognato e caporedattore del piccolo giornale a distribuzione gratuita nel quale lavora. Non solo, tutta una schiera di amici, nuovi e vecchi, si adopererà per fargli tornare la voglia di vivere generando gag davvero divertenti. Pronti a ridere e piangere allo stesso tempo? Visione assolutamente consigliata. Disponibile in esclusiva su Netflix.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com